Ora! Diario del mese di dicembre 2017

24 dicembre

Il caso delle indennità alle fanfare del Nord Est

19 dicembre

Ennesima bella e proficua conversazione ieri sera a Gorizia, a partire dalla presentazione del libro Servizio in Camera. Con l’andare delle presentazioni, sento intorno tanta voglia di confronto serio, sui fatti e sulle contraddizioni, per cercare di migliorare e di risolvere, non solo demonizzare e distruggere con un rancore che non si sa a volte neppure spiegare da dove venga.

15 dicembre

Stasera “Servizio in Camera” fa tappa al bar Ritz di Cordenons, con l’immancabile presenza di Ugo Furlan. Ringrazio per la discussione l’amico prof. Piervincenzo Di Terlizzi e l’organizzazione per questo bell’incontro a cui hanno partecipato diversi giovani del pordenonese.

****

Oggi pomeriggio a Codroipo (UD) presso la sede della BCC di Basiliano ho visitato assieme a Renato Chiarotto la mostra su Ottavio Bottecchia organizzato dalla FIAB di Codroipo.

13 dicembre

Alle volte veramente i titoli rischiano di fuorviare i lettori. Conosco da vicino l’impegno profuso dai comuni, dagli insegnanti e dai gestori delle mense per offrire il miglior servizio possibile a prezzi molto contenuti, con buoni livelli di personalizzazione del servizio. Gli sprechi non sono DELLE mense, ma si registrano NELLE mense. Sono gli utenti che non mangiano tutto il cibo e gli operatori sono costretti in molti casi a gettarlo per rispettare le norme della sicurezza alimentare. La diversa preposizione indica implicitamente le responsabilità. Non va bene. Il titolista va ripreso risolutamente.
In questi anni per altro si è fatto davvero un grande lavoro, Oricon in testa, per affrontare anche questo nodo ed è un peccato che un giornale serio come La Stampa rischi di creare un servizio di cattiva informazione. Il tutto per altro dopo un titolo urticante dedicato alla povertà, giusto per creare il cortocircuito scandalistico tra i due dati.

7 dicembre

Mattinata dedicata alla discussione e all’approvazione degli emendamenti alla legge di bilancio. Tutte le commissioni sono al lavoro a pieno regime da giorni. Il consuntivo per l’agricoltura è di 95 emendamenti presentati. Il relatore Taricco e il governo rappresentato dal sottosegretario Castiglione hanno espresso i rispettivi pareri. Alla fine, dopo le votazioni dei commissari, nella settantina di emendamenti sono rimasti “a galla” tutti e cinque gli emendamenti a mia prima firma. Passeranno dunque da oggi al vaglio della commissione Bilancio che nei prossimi giorni, con l’abituale percorso a “tritacarne” manderà presumibilmente in porto una dozzina di proposte. Statisticamente parlando ho dunque la probabilità che uno degli emendamenti approvati porti la mia firma. Ma non mi illudo. L’esperienza mi insegna che il principio di causa-effetto si è ancora più raro da registrare in occasione della legge di bilancio!

6 dicembre

Condivido un video della serata organizzata dalla lista civica Altre Prospettive presso Azienda Agricola Paolo Ferrin, dove ho presentato il mio libro “Servizio in Camera” assieme all’attore friulano Claudio Moretti e all’artista Ugo Furlan.

Claudio Moretti per Servizio in Camera

Condivido un video della serata organizzata dalla lista civica Altre Prospettive presso Azienda Agricola Paolo Ferrin, dove ho presentato il mio libro "Servizio in Camera" assieme all'attore friulano Claudio Moretti e all'artista Ugo Furlan.

Pubblicato da Giorgio Zanin su Mercoledì 6 dicembre 2017

5 dicembre

Ora presso la commissione Giustizia alla Camera con i lavori congiunti per l’approvazione del decreto che prevede Disposizioni di armonizzazione e razionalizzazione della normativa sui controlli in materia di produzione e agroalimentare biologica. Ancora passi avanti nel cammino europeo per assicurare ai cittadini e alle imprese le norme per produzioni agricole rispettose dell’ambiente e della salute.

*****

Intervista a Raffaele Guariniello, ospite a Pordenone per la presentazione del suo libro “La giustizia non è un sogno. Perché ho creduto e credo nella dignità di tutti”.

Raffaele Guariniello – La giustizia non è un sogno

Intervista a Raffaele Guariniello, ospite a Pordenone per la presentazione del suo libro "La giustizia non è un sogno. Perché ho creduto e credo nella dignità di tutti".

Pubblicato da Giorgio Zanin su Martedì 5 dicembre 2017

4 dicembre

Stasera presso l’azienda agricola Ferrin Paolo a Bugnins di Camino al Tagliamento (UD) per dialogare assieme a Claudio Moretti sul libro “Servizio in Camera”, ospiti della lista civica Altre prospettive di Codroipo.
Assieme a me è presente Ugo Furlan che illustra le immagini del libro.

3 dicembre

Stamattina a Cordenons in occasione dell’assemblea elettiva del circolo PD. Dopo quasi dieci anni di servizio da segretario, un grande ringraziamento a Gianni Giani che ha guidato ininterrottamente il partito, con dedizione ed intelligenza, favorendo sempre la qualità e l’innovazione, con uno stile di partecipazione e collaborazione.
Un grande augurio di buon lavoro a Matteo Cerrone che prende il testimone e che ha certamente le qualità giuste per guidare un’azione energica e rinnovata.

1 dicembre

A Pordenone la sala Degan piena per la presentazione del libro di Raffaele Guariniello

 

LO SCIOGLIMENTO DELLE CAMERE E LA CONVOCAZIONE DELLE ELEZIONI

Ecco qualche semplice informazione.
– in questo periodo non esiste vacanza, il Governo continua a svolgere le funzioni che gli sono assegnate dalla Costituzione. Perciò l’attività del Governo non si ferma ed ecco anche perché era fondamentale che non ci fosse alcun atto di sfiducia precedente allo scioglimento.
– anche l’attività parlamentare ha un suo proprio sviluppo in questa fase. Ad esempio il prossimo dieci gennaio le commissioni Agricoltura e Ambiente si riuniscono per emanare il parere sul decreto forestale emanato dal Governo. Un atto di notevole portata anche per gli interessi diffusi nel territorio della regione Friuli Venezia Giulia, di cui sono nominato relatore e che fa seguito alla delega che io stesso ho proposto tramite emendamento nel 2015.
– le elezioni nel 2013 si svolsero il 25 febbraio. La legislatura ha dunque avuto una piena durata per i cinque anni previsti ordinariamente. Nelle settimane prossime consiglio a tutti di spendere un po’ di tempo per conoscere meglio la legge elettorale, che prevede tra l’altro la possibilità di votare ed eleggere in modo diretto e maggioritario il deputato e il senatore che si preferisce nel proprio collegio elettorale.

SPRECO DI CIBO E MENSE

Alle volte veramente i titoli rischiano di fuorviare i lettori. Conosco da vicino l’impegno profuso dai comuni, dagli insegnanti e dai gestori delle mense per offrire il miglior servizio possibile a prezzi molto contenuti, con buoni livelli di personalizzazione del servizio. Gli sprechi non sono DELLE mense, ma si registrano NELLE mense. Sono gli utenti che non mangiano tutto il cibo e gli operatori sono costretti in molti casi a gettarlo per rispettare le norme della sicurezza alimentare. La diversa preposizione indica implicitamente le responsabilità. Non va bene. Il titolista va ripreso risolutamente.
In questi anni per altro si è fatto davvero un grande lavoro, Oricon in testa, per affrontare anche questo nodo ed è un peccato che un giornale serio come La Stampa rischi di creare un servizio di cattiva informazione. Il tutto per altro dopo un titolo urticante dedicato alla povertà, giusto per creare il cortocircuito scandalistico tra i due dati.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

PANE E PANETTIERI: MEGLIO DI QUALITÀ!

La scorsa settimana abbiamo approvato le Disposizioni in materia di produzione e vendita del pane, che fornisce una risposta normativa ad alcune problematiche particolarmente sentite nel settore della produzione e della commercializzazione del pane relative in particolare a una regolamentazione chiara di cosa debba intendersi per pane fresco rispetto al pane conservato. Inoltre, si introducono più nel dettaglio disposizioni in grado di garantire il diritto all’informazione dei consumatori e di valorizzare il pane fresco.

In sostanza il provvedimento si occupa di rilanciare il settore del pane fresco artigianale, restituendo competitività a un comparto di estrema importanza per l’economia del Paese, quello della panificazione artigianale italiana, tutelandone la tipicità e la specificità. Stiamo parlando di un patrimonio inestimabile che conta circa 200 specialità, di cui 95 già iscritte nell’elenco del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Si tratta di un settore del valore di 7 miliardi di euro, con 400.000 addetti, operanti in 25.000 imprese, in gran parte di dimensioni familiari, che sfornano in media 100 chilogrammi di pane al giorno, ciascuna.

MENSE SCOLASTICHE: SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

La scorsa settimana la Commissione Agricoltura ha approvato un mio emendamento alla Legge di Stabilità 2018, redatto in collaborazione con il mondo della ristorazione collettiva, che mette a disposizione delle risorse per garantire agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado l’accesso al servizio della mensa scolastica in quanto parte integrante delle attività formative ed educative erogate dalle istituzioni scolastiche.
Le risorse previste dall’emendamento sono destinate in via principale al sostegno delle famiglie che non possono garantire ai propri figli l’accesso alla mensa scolastica come i propri compagni di scuola.

CREDITO D’IMPOSTA PER GLI AGRICOLTORI PER L’UTILIZZO DI TECNICHE ECOLOGICHE PER ABBATERE LE ERBE INFESTANTI

Poichè sono previsti degli incentivi in legge di bilancio per la gestione del verde e dato che l’UE ha ammesso per altri 5 anni l’utilizzo del glifosate, la commissione agricoltura ha approvato ieri un mio emendamento in legge di bilancio per sostenere l’acquisto della tecnologia ecologica, quali la tecnica del diserbo fisico, per abbattere le erbe infestanti nel verde urbano e nelle aree agricole.

EMENDAMENTI ALLA LEGGE DI STABILITA’ 2018

Mattinata dedicata alla discussione e all’approvazione degli emendamenti alla legge di bilancio. Tutte le commissioni sono al lavoro a pieno regime da giorni. Il consuntivo per l’agricoltura è di 95 emendamenti presentati. Il relatore Taricco e il governo rappresentato dal sottosegretario Castiglione hanno espresso i rispettivi pareri. Alla fine, dopo le votazioni dei commissari, nella settantina di emendamenti sono rimasti “a galla” tutti e cinque gli emendamenti a mia prima firma. Passeranno dunque da oggi al vaglio della commissione Bilancio che nei prossimi giorni, con l’abituale percorso a “tritacarne” manderà presumibilmente in porto una dozzina di proposte. Statisticamente parlando ho dunque la probabilità che uno degli emendamenti approvati porti la mia firma. Ma non mi illudo. L’esperienza mi insegna che il principio di causa-effetto si è ancora più raro da registrare in occasione della legge di bilancio!

Ecco a voi alcune delle proposte da me presentate:

MENSE SCOLASTICHE: SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’
La scorsa settimana la Commissione Agricoltura ha approvato un mio emendamento alla Legge di Stabilità 2018, redatto in collaborazione con il mondo della ristorazione collettiva, che mette a disposizione delle risorse per garantire agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado l’accesso al servizio della mensa scolastica in quanto parte integrante delle attività formative ed educative erogate dalle istituzioni scolastiche.
Le risorse previste dall’emendamento sono destinate in via principale al sostegno delle famiglie che non possono garantire ai propri figli l’accesso alla mensa scolastica come i propri compagni di scuola.

L'immagine può contenere: persone sedute, cibo e spazio al chiuso

 

CREDITO D’IMPOSTA PER GLI AGRICOLTORI PER L’UTILIZZO DI TECNICHE ECOLOGICHE PER ABBATERE LE ERBE INFESTANTI
Poichè sono previsti degli incentivi in legge di bilancio per la gestione del verde e dato che l’UE ha ammesso per altri 5 anni l’utilizzo del glifosate, la commissione agricoltura ha approvato ieri un mio emendamento in legge di bilancio per sostenere l’acquisto della tecnologia ecologica, quali la tecnica del diserbo fisico, per abbattere le erbe infestanti nel verde urbano e nelle aree agricole.

 

GARANTIRE ALLE COOPERATIVE E ALLE IMPRESE DELLA FILIERA FORESTA-LEGNO-ENERGIA DI POTER ACCEDERE AI CONTRIBUTI PUBBLICI.

E’ questo il senso di uno degli emendamenti che ho presentato alla legge di bilancio insieme al collega Enrico Borghi, approvato stamattina in commissione agricoltura, in attesa di entrare la prossima settimana nel tritacarne della commissione Bilancio. Una proposta che mira a sminare gli effetti nefasti della spendig review voluta dal governo Monti, per cui i soggetti che svolgono servizi per gli enti pubblici, come ad esempio la cura del bosco, non possono poi ricevere alcuna sovvenzione pubblica. Una misura pensata per assicurare la parità di trattamento che, se applicata davvero, rischia di pregiudicare la sopravvivenza di tante piccole realtà che operano anche nelle nostre montagne.

ISTAT: REDDITO MEDIO DELLE FAMIGLIE 2015 SALE SINO A QUASI 30.000 EURO

Al netto 2500euro mese. Primo rialzo post-crisi per valore reale
(ANSA) – ROMA, 06 DIC – Nel 2015 si stima che le famiglie
residenti in Italia abbiano percepito un reddito netto pari in
media a 29.988 euro, circa 2.500 euro al mese”. Lo rileva
l’Istat, precisando che la crescita e’ stata dell’1,8% rispetto
all’anno precedente. Il rialzo risulta dell’1,7%, quindi appena
inferiore, se si fa il conto in termini reali, considerando che
“la dinamica inflazionistica che nel 2015 e’ stata pari allo
0,1%”. L’Istat sottolinea che per “la prima volta dal 2009 che
il reddito delle famiglie – nel 2015 – torna a crescere in
termini reali, dopo aver subito una riduzione complessiva di
circa il 12%, sia in media che in mediana nel periodo 2009-
2013”. Una caduta pesante da recuperare, per cui nonostante i
primi aumenti la soglia media risulta sotto i 30 mila euro
annui.

GARANTIRE ALLE COOPERATIVE E ALLE IMPRESE DELLA FILIERA FORESTA-LEGNO-ENERGIA DI POTER ACCEDERE AI CONTRIBUTI PUBBLICI.

E’ questo il senso di uno degli emendamenti che ho presentato alla legge di bilancio insieme al collega Enrico Borghi, approvato stamattina in commissione agricoltura, in attesa di entrare la prossima settimana nel tritacarne della commissione Bilancio. Una proposta che mira a sminare gli effetti nefasti della spendig review voluta dal governo Monti, per cui i soggetti che svolgono servizi per gli enti pubblici, come ad esempio la cura del bosco, non possono poi ricevere alcuna sovvenzione pubblica. Una misura pensata per assicurare la parità di trattamento che, se applicata davvero, rischia di pregiudicare la sopravvivenza di tante piccole realtà che operano anche nelle nostre montagne.

 

MOLTE NOVITA’, IN SINTESI, NEL DECRETO FISCALE

Molte le novità del Decreto fiscale 2018, contenute in quella che tecnicamente viene definita Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell’estinzione del reato per condotte riparatorie.

Le nuove misure sono molte. Ecco le novità per cittadini, professionisti e imprese: rottamazione delle cartelle esattoriali: estensione della domanda di rottamazione per i contribuenti che non l’avevano presentata o lo avevano fatto in modo irregolare e nuove estensioni per le cartelle formate alla data del 30 settembre 2017; stop alla fatturazione a 28 giorni per telefonia e pay tv; spesometro: semplificazione per le imprese degli adempimenti fiscali e trasmissione dei dati annuale o semestrale, possibilità di invio cumulativo delle fatture fino a 300 euro; abolite le sanzioni per chi ha commesso errori nell’invio dei dati delle fatture; equo compenso per i professionisti nei rapporti con grandi imprese, banche, assicurazioni e pubblica amministrazione; 500 milioni per le Pmi.

Per le famiglie e il sociale: uscita dei minori di 14 anni da scuola; ulteriore detrazione per gli affitti degli studenti universitari; nuove assunzioni nel comparto difesa e sicurezza, e quindi più poliziotti e carabinieri per le strade; il reato di stalking non potrà più essere estinto a fronte di un risarcimento economico; sanità: detraibilità del costo degli alimenti speciali per pazienti affetti da patologie nutrizionali, in via sperimentale per due anni; potenziati gli obiettivi strategici di piano iniziali riguardanti la cura dei tumori tramite l’adroterapia; introdotta regolamentazione della cannabis a fini terapeutici.

Per il territorio e per i trasporti: calamità naturali: garantita la sospensione degli obblighi fiscali per le aree colpite dal sisma in Centro Italia nel 2016; favorevoli misure per l’adempimento degli obblighi tributari e contributivi a Ischia, in seguito al terremoto di quest’estate; sospensione degli obblighi fiscali anche per i contribuenti del comune di Livorno che, in seguito alla recente alluvione, hanno presentato dichiarazione di inagibilità della casa di abitazione, dello studio professionale o dell’azienda; edilizia post sisma: nessuno sgombero fino a quando non si ha una soluzione alternativa; 5×1000 per i parchi; trasporti: nuovi fondi sono previsti per la sicurezza dei trasporti e per la continuità territoriale con la Sardegna; fiume Po: interventi immediati di manutenzione straordinaria e ordinaria necessari a garantire il transito dei mezzi tra le due sponde del fiume, oggi in parte precluso.

4