PESCA SPORTIVA: PRESTO IL DECRETO MINISTERIALE PER L’IMMISSIONE DELLA TROTA IRIDEA

Continua la stretta collaborazione CON l’Ente Tutela Pesca del Friuli Venezia Giulia.
Nel Question Time in Commissione Ambiente alla Camera è arrivata la conferma che è in corso di approvazione la modifica dell’articolo 12 del DPR n. 357 del 1997 che, allineandosi a quanto previsto dall’articolo 22 della Direttiva Habitat, consentirebbe l’immissione in natura di specie alloctone.
Dal 2015 ad oggi assieme al presidente dell’ETP, Flaviano Fantin, abbiamo lavorato assiduamente per giungere a una soluzione. Un percorso molto complicato a causa anche dei doverosi rimpalli di competenze e responsabilità tra ministeri dell’Agricoltura, dell’Ambiente e Dipartimento per le politiche Europee presso la presidenza del Consiglio, che hanno prolungato i tempi.
Nel question time in commissione Ambiente ho chiesto al Ministero quali siano le ragioni per le quali non sia stato ancora concluso l’iter di approvazione dello schema di DPR che prevede l’immissione della trota iridea nelle acque interne che attualmente comporta un consistente danno economico e sociale in particolare al settore della pesca sportiva. La sottosegretaria Silvia Velo ha assicurato che il Ministero dell’ambiente sta svolgendo le proprie attività con il massimo livello di attenzione, al fine di accelerare la procedura di approvazione dello schema di decreto in questione.

IMMISSIONE SPECIE ALLOCTONE: QUESTION TIME IN COMMISSIONE AMBI…

PESCA SPORTIVA: PRESTO IL DECRETO MINISTERIALE PER L’IMMISSIONE DELLA TROTA IRIDEAContinua la stretta collaborazione CON l’Ente Tutela Pesca del Friuli Venezia Giulia. Nel Question Time in Commissione Ambiente alla Camera è arrivata la conferma che è in corso di approvazione la modifica dell’articolo 12 del DPR n. 357 del 1997 che, allineandosi a quanto previsto dall’articolo 22 della Direttiva Habitat, consentirebbe l’immissione in natura di specie alloctone.Dal 2015 ad oggi assieme al presidente dell’ETP, Flaviano Fantin, abbiamo lavorato assiduamente per giungere a una soluzione. Un percorso molto complicato a causa anche dei doverosi rimpalli di competenze e responsabilità tra ministeri dell'Agricoltura, dell'Ambiente e Dipartimento per le politiche Europee presso la presidenza del Consiglio, che hanno prolungato i tempi.Nel question time in commissione Ambiente ho chiesto al Ministero quali siano le ragioni per le quali non sia stato ancora concluso l’iter di approvazione dello schema di DPR che prevede l'immissione della trota iridea nelle acque interne che attualmente comporta un consistente danno economico e sociale in particolare al settore della pesca sportiva. La sottosegretaria Silvia Velo ha assicurato che il Ministero dell’ambiente sta svolgendo le proprie attività con il massimo livello di attenzione, al fine di accelerare la procedura di approvazione dello schema di decreto in questione.

Pubblicato da Giorgio Zanin su Sabato 30 settembre 2017