SALVA BANCHE. ODG PER IMPEGNARE IL GOVERNO A SOSTENERE SERIAMENTE I RISPARMIATORI

Ho sottoscritto nei giorni scorsi l’ordine del giorno a prima firma Rubinato per impegnare il governo a seguire con cura il processo che seguirà l’attuazione del decreto Salva banche, per evitare che molti risparmiatori si trovino in grande difficoltà, con pesanti conseguenze nell’intero sistema economico soprattutto nel cosiddetto ricco nordest.
La liquidazione coatta delle banche infatti – avviata dal Governo in ottemperanza agli articoli 80-95 del codice bancario – ha un forte impatto soprattutto sull’economia del Veneto, ragion per cui sono previsti aiuti pubblici di accompagnamento per evitare la probabile grave crisi economica e sociale di una delle aree più sviluppate del Paese.
Questo decreto, necessario e indispensabile da moltissimi punti di vista, lascia margini di rischio soprattutto in relazione alle tempistiche del sostengo ai risparmiatori, pertanto d’ordine del giorno impegna il Governo a controllare che i tempi di attuazione del decreto siano quantomeno ragionevoli, in particolar modo in relazione a quei risparmiatori che sono stati tratti in inganno dall’omissione di informazioni importanti in merito alla destinazione dei loro investimenti.
Il documento impegna anche il Governo a “salvaguardare la stabilità del sistema produttivo veneto attraverso ulteriori iniziative anche normative, per garantire continuità alle linee di credito già concesse” e ad attivarsi in tutte le sedi competenti per chiarire le ragioni che hanno dato vita a questo decreto, sfatando l’impressione diffusa di aver fatto un favore alle banche anziché ai risparmiatori, alle famiglie e ai lavoratori.
Sono convinto della bontà del decreto, tuttavia è importante trattare con grande cura l’attuazione de decreto e fare in modo che i danni siano il più limitati possibile. Sono certo che il governo accoglierà gli impegni proposti e li porterà avanti immediatamente.