SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’. ECCO LE PROPOSTE PER LA LEGGE DI BILANCIO

Che ci sia ancora molto da fare, sul piano economico, lavorativo e culturale, per riempire le culle vuote del nostro Paese, questo è innegabile.
Tanto quanto il fatto che l’interesse per la tematica in Parlamento esiste e la ricerca di strategie per contrastare il preoccupante calo demografico è di prioritaria importanza per molti deputate e deputati.
Il lavoro è ancora lungo, ma è giusto riconoscere il lavoro svolto, che vi propongo qui brevemente.
Ecco un riassunto delle misure già attuate negli anni precedenti e mantenute per il 2018:

PREMIO ALLA NASCITA O ALL’ADOZIONE DI UN MINORE: 800 euro al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto dell’adozione.

SOSTEGNO ALLA NATALITÀ: Fondo di sostegno alla natalità, volto a favorire l’accesso al credito delle famiglie con uno o più figli, nati o adottati, a decorrere dal 1° gennaio 2017, mediante il rilascio di garanzie dirette, anche fideiussorie, alle banche e agli intermediari finanziari

BUONO ISCRIZIONE ASILO NIDO

VOUCHER BABY SITTER

BONUS BEBE’ – il PD chiede la proroga per il 2018 dei 960 euro l’anno per tre anni alle famiglie con ISEE massimo 25.000

CONGEDO OBBLIGATORIO PATERNITÀ

Nel 2018 i giorni saranno 4 + 1 previo accordo con la madre e in sua sostituzione in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest’ultima.
Nella proposta di Legge di Bilancio 2018 AS 2960 le misure nuove previste sono:
> Articolo 30 istituisce nello stato di previsione del Ministero dell’economia un nuovo Fondo da destinare a interventi per le politiche della famiglia, con una dotazione pari a 100 milioni di euro annui, a decorrere dal 2018

> Articolo 40, comma 12 (Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano) la lettera d) dispone che il Fondo sia destinato anche a sostenere la maternità delle atlete non professioniste

> E’ previsto un rifinanziamento pari a 20 milioni per le vittime di violenza