VITIGNI RESISTENTI: AL VIA LA RISOLUZIONE

Oggi finalmente, dopo oltre un anno di anticamera, abbiamo avviato in Commissione Agricoltura la discussione sulla mia risoluzione dedicata ai vitigni resistenti. Un atto di indirizzo che mira a rivedere i requisiti per considerare la produzione dei vitigni, frutto della ricerca e della sperimentazione fortemente voluta nella regione Friuli Venezia Giulia, dall’Università, dal Centro di Genomica Applicata e dai Vivai Cooperativi di Rauscedo, come produzioni totalmente assimilabili a quelle derivate da vitis vinifera, con la differenza però di non richiedere più i numerosissimi trattamenti per combattere oidio e peronospora. Un vantaggio questo non da poco, considerato che la riduzione dei trattamenti offrirà notevoli vantaggi per l’ambiente, portando maggiore sicurezza e serenità per le famiglie spesso preoccupate per i trattamenti stagionali e le possibili ricadute in termini di salute, oltre ad assicurare un vantaggio economico per i viticoltori.